Ti piace vincere facile?

Sabato 10 ottobre si è svolta l’Assemblea d’Istituto del liceo. I candidati alla rappresentanza degli studenti hanno avuto così l’occasione di presentare i loro programmi e di confrontarsi con i loro concorrenti e i loro elettori. Tralasciando gli argomenti di discussione emersi durante l’assemblea, vorrei far notare, con un misto di amarezza e sconforto, come il numero dei candidati si sia notevolmente ridotto rispetto agli anni passati e, soprattutto, sottolineare l’assenza di figure femminili. Sono sicura che, se ci porremo tutti una mano sulla coscienza, eleggeremo i ragazzi che meglio sapranno rivestire questo ruolo, ma, mi chiedo io, possibile che su quasi novecento persone, soltanto cinque abbiano avuto la voglia di mettersi in gioco? Forse è colpa della difficoltà con cui le informazioni giungono dalla segreteria alle nostre aule, forse del poco tempo che abbiamo avuto a disposizione o forse perché nei giorni in cui era possibile candidarsi metà della popolazione liceale è stata costretta a casa da una gravissima epidemia. Sarò un po’ idealista, ma confido nel fatto che la motivazione sia una delle tre sopra citate, perché non voglio proprio credere alla forse più plausibile ipotesi per cui i giovani d’oggi si accontentino di osservare passivamente lo scorrere delle cose, senza muovere un dito per poterle migliorare.

E le ragazze? A parte le due giovani candidate per la consulta studentesca, che ieri avrebbero meritato un applauso in più per essere le uniche in mezzo ad una decina di ragazzi, nessuna ha pensato di candidarsi per la rappresentanza d’istituto. Togliamoci dalla testa l’idea che per le donne sia tutto più difficile: lo è se lo rendiamo tale. Spero che nei prossimi anni il numero di candidate/i cresca sempre di più. Spero ci siano sempre più persone, al liceo e non solo, piene di buoni propositi e con la voglia di impegnarsi per gli altri. Perché è soltanto così che possiamo lavorare per il nostro futuro: dobbiamo essere i primi a metterci in gioco e a combattere per risolvere i problemi, senza aspettare che qualcuno lo faccia per noi.

Chiara Ruscio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...