In cerca di una bussola? Intervista ad Andrea Zucca

Per quanto ci si possa trovare bene al liceo, manchi ancora qualche anno alla fine, oppure si abbiano già le idee chiare – beati voi -, tutti provano una certa vertigine al pensiero della vita post liceale.  Personalmente, l’unica certezza alla quale mi aggrappo è che la mia futura sede universitaria dovrà essere in pianura: basta con tre piani di scale dopo salite che non finiscono mai. Veramente, mai più. Le attività di orientamento non sono mai abbastanza e andare a vedere le università non sempre è sufficiente, quindi quest’anno Agorà dedicherà spazio alle testimonianze di ex studenti del liceo, che hanno già affrontato la fatidica scelta. Il primo ospite della nostra rubrica è Andrea Zucca, un ex allievo del linguistico che si è diplomato nel 2014 e che attualmente frequenta l’Accademia Nazionale del Cinema a Bologna.

Come è nata la tua passione per il cinema?

È una domanda che mi fanno in molti e non mi stanco mai di raccontarlo: nel 2008 andai al cinema a vedere “The Dark Knight” di Christopher Nolan. Il film in sé non mi colpì più di tanto, ma mi innamorai del personaggio del Joker dipinto con maestria da Heath Ledger. Da quel momento in avanti pensai che la carriera di attore facesse per me, fino all’incontro ravvicinato con i film di Tarantino: il suo stile ed i suoi lavori, uniti a delle sceneggiature brillanti, mi hanno fatto capire che non mi sarebbe piaciuto essere una marionetta di qualcuno, ma il burattinaio che tira i fili e che la carriera di regista avrebbe fatto al caso mio.

Qual è la parte più affascinante e stimolante dei tuoi studi?

La parte più stimolante, devo dire, non sono tanto le lezioni che, anche se molto interessanti (soprattutto il periodo che abbiamo passato a lavorare sul set in prima persona), non mi trasmettono ciò di cui ho realmente bisogno, bensì l’essere a contatto con altre persone che hanno questa passione e che la stanno coltivando ed essere continuamente motivato a dimostrare di essere il migliore.

Che ricordi hai degli anni del liceo e dell’esame di maturità? 

Gli anni di liceo sono stati un po’ uno svezzamento: non ho mai amato particolarmente le lezioni, non sono mai stato troppo interessato a ciò che si diceva in classe a dirla tutta, anche perché molte volte trascendeva da argomenti scolastici; però mi incuriosiva il comportamento delle persone, la loro crescita ed evoluzione individuale. Un ringraziamento particolare voglio farlo alla professoressa Giachero che molte volte, a fine lezione, si fermava per fare quattro chiacchiere sui film che entrambi avevamo visto o avremmo voluto vedere.

Che consiglio daresti a chi sta per affrontare l’ultimo anno?

Ragazzi, la maturità in fin dei conti sarà una passeggiata, credetemi: un ruolo particolare lo gioca la tensione e la paura di non farcela, ma se ci siete arrivati, non vedo perché non dobbiate passarla. Questo era il mantra che mi ripetevo durante le varie prove. Vi raccomando solo di concentrarvi su quella, per il momento: a ciò che vorrete fare dopo ci penserete dopo. Il consiglio che posso darvi sul futuro è: l’Italia è un paese in crisi, lo sappiamo tutti, quindi non state a pensare “faccio questa università perché l’argomento mi piaciucchia ed è più facile trovare lavoro”. Cazzate, da nessuna parte ora è facile trovare lavoro, quindi seguite le vostre passioni e credeteci fino in fondo, vi porteranno da qualche parte.

E ai primini invece?

Ai primini, invece, dico solo questo: cercate di conoscere più persone possibile, vi aiuteranno a passare questi 5 anni divertendovi. E so che sembra il consiglio di un padre rompipalle, ma studiate, che anche se in un primo momento le cose sembrano non servire, vi renderete conto che saranno importanti.

Come ti vedi tra dieci anni?

Come mi vedo tra 10 anni? Spero vivamente non nella situazione in cui sono ora (ride). Credo che riuscirò a lavorare nel cinema: magari non subito da regista, ma nell’ambiente e a contatto continuo con esso.

Mirlinda Meta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...