In cerca di una bussola? Intervista a Vittorio Sterpone

il

Continua per Agorà la serie di interviste ad ex-studenti del nostro Liceo riguardo al passaggio dalla scuola superiore all’Università. Questa volta è il turno di Vittorio, classicista per cinque anni che ora frequenta la facoltà di International Economics and Finance presso l’Università Bocconi di Milano.

Hai scelto argomenti che spesso sono considerati “insoliti” per qualcuno del tuo indirizzo: cosa dici ai ragazzi che escludono alcune opzioni perché le ritengono inadatte ai loro studi?

Io sono sempre stato interessato a questo genere di materie, ed è questo di cui bisogna tenere soprattutto conto: se si fa qualcosa che piace, la si fa senza problemi. Un’altra cosa a cui bisogna pensare sono però le possibilità lavorative portate dalle varie scelte prese in considerazione.

E che impatto ha quello che hai già studiato su quello che stai studiando ora?

Noto che in discipline meno matematiche come Management, dove è necessario costruire discorsi impostati con una certa mentalità, noi studenti provenienti dal Classico tendiamo a fare meno fatica che in discipline come Matematica ed Economia, mentre per esempio per chi ha frequentato uno Scientifico è il contrario.

Il corso di studi che frequenti è in lingua inglese: hai usufruito delle lezioni pomeridiane che la scuola offre in preparazione alle certificazioni di lingua? Se sì, le hai trovate utili?

Sì, ho conseguito sia il PET che il First e frequentato le lezioni di preparazioni, che sono state utilissime insieme alle ore curricolari a portare il mio livello di padronanza della lingua al punto di poter prendere parte a questo corso universitario. Un’altra opportunità offerta dal Liceo, che si sarebbe rivelata utilissima se l’avessi colta, è quella di conseguire il patentino del computer ECDL: mentre in alcune università è possibile usare la certificazione come sostituto per gli esami di Informatica, in altre, come la Bocconi, non è possibile sostenere gli esami di Informatica se non si possiede il patentino.

Resti a Milano durante la settimana? La città com’è per uno studente universitario?

Come molti altri ragazzi passo la settimana in città: non potrei prendere il treno tutti i giorni, ci metterei troppo ad arrivare in Università. Comunque la Bocconi è vicina ad altri due o tre istituti, quindi tanti prendono appartamenti insieme. Poi Milano è un posto perfetto per dei ragazzi, ci sono servizi di ogni tipo.

Cosa altro offre la tua Università?

Oltre ad associazioni studentesche che trattano dei più svariati argomenti, la Bocconi offre tra le altre cose corsi di lingue (russo, giapponese, cinese, arabo) che danno accesso a certificazioni.

Mattia Viscariello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...