“La curiosità accende la passione, e la passione porta alla conoscenza.” ‘800 oltremanica, artisti italiani nella Gran Bretagna vittoriana

il

 

“Artisti italiani nella Gran Bretagna vittoriana” è l’argomento che è stato trattato durante la conferenza tenutasi il 25 gennaio 2018 nella Sala Convegni della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona dallo studioso Paul Nicholls, nato in Inghilterra nel 1944. La sua innegabile passione per l’arte lo ha portato, durante la sua vita, a lavorare in questo ambito: è stato inizialmente il direttore della Galleria Sant’Ambrogio a Milano per quasi un decennio, dopodiché si preoccupò di approfondire l’arte italiana ed inglese dagli inizi dell’Ottocento al 1950 circa. È membro e collaboratore di diverse associazioni e, dal 2004, è referente scientifico della Pinacoteca della Fondazione C.R. di Tortona. Il professore ha innanzitutto raccontato com’è nata l’idea di creare un sito, che in principio doveva essere un libro, con informazioni riguardanti alcuni artisti italiani del XIX e XX secolo e il loro legame con l’Inghilterra; circa 35 anni fa, in un catalogo di vendita a Londra, ha trovato una serie di nomi di artisti italiani non particolarmente conosciuti all’estero e, spinto dalla curiosità, ha pensato di raccogliere maggiori informazioni.   di conseguenza, come egli stesso afferma, il sito non è altro che la conclusione di questa raccolta, in aggiornamento continuo.

Il suo lavoro è estremamente ricco di informazioni, aggiornato costantemente: una miniera di saperi! Infatti il signor Nicholls ha inserito tutte le opere conservate in Inghilterra, i relativi titoli, le date e i luoghi delle esposizioni e le date dei soggiorni in Gran Bretagna di ognuno dei 1600 artisti che si possono facilmente individuare nel sito. Inoltre ha realizzato delle schede monografiche di circa 150 di essi, tra cui, ad esempio, Telemaco Signorini. Il suo obiettivo, ha detto, è quello di raccogliere tutte le loro opere. Di conseguenza il professore, dopo aver illustrato il suo sito, ha mostrato dipinti e sculture di diversi di essi, facendone una breve presentazione ed un commento.

Sicuramente un argomento ammaliante di cui parlare, poiché tratta dei nostri artisti, talvolta emigrati in Inghilterra in cerca di fortuna, e il cui relatore è riuscito ad intrattenere un pubblico composto per la maggior parte da studenti del Liceo Peano, ma non solo. Interventi di questo genere fanno sì che anche i giovani, non sempre interessati a questi argomenti, ne vengano affascinati e soprattutto coinvolti.

 

Diana Butnariu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...