Una nuova dipendenza

il

La scorsa settimana una dodicenne si è provocata un taglio al polso: un segno di protesta nei confronti del padre che le aveva tolto il cellulare. Da tempo la ragazzina aveva manifestato un attaccamento morboso al proprio smartphone, preferendolo ai rapporti interpersonali e allo studio. Le dinamiche dell’accaduto devono ancora essere accertate. Che fosse un gesto di ribellione o un atto sconsiderato, poco importa: è sconvolgente pensare che questa ragazzina si sia procurata una ferita pur di attirare l’attenzione genitoriale e riappropriarsi del proprio telefono.

Negli ultimi anni sono stati studiati e registrati numerosi disturbi mentali causati dalla diffusione e dall’attaccamento sempre maggiore ai dispositivi elettronici. Uno studio commissionato a YouGov, un qualificato ente di ricerca britannico, ha rilevato che:

  • Il 53% dei possessori di smartphone vive un vero e proprio stato di ansia quando perde il proprio cellulare, esaurisce la batteria o il credito residuo o non ha copertura di rete”.
  • il 58% di uomini e il 48% di donne soffre di questa moderna fobia.
  • Il 55% dei partecipanti allo studio ha indicato come causa principale del proprio stato ansioso il bisogno di restare in contatto con amici o familiari, mentre solo il 10% ha dichiarato di dover essere rintracciabile per questioni lavorative.

In seguito a questi risultati, è stato coniato un nuovo termine, relativo alla paura causata dal non funzionamento del cellulare: la nomofobia (formato col suffisso -fobia e un prefisso inglese, abbreviazione di no-mobile). Da uno studio di Adam Alter, professore della NYU, è inoltre emerso che alla domanda “osso o cellulare rotto“, il 46% ha optato per l’osso rotto e anche il 54% che ha scelto di sacrificare il proprio smartphone, lo ha fatto a malincuore. Questi dati, assolutamente scoraggianti, ci aiutano a capire come sia possibile che una dodicenne sia arrivata a procurarsi una lesione: era in crisi di astinenza.

Chiara Re

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...